nov 212012
 
by Lara Lucaccioni

Cari amici lemattiani,

oggi vi voglio parlare di cervello e creatività.

Secondo voi, esiste un cervello creativo? E come funziona?

—Per capirlo andiamo a vedere come funzionano gli emisferi cerebrali, perché  spesso la maggior parte delle immagini che usiamo per descrivere la creatività e il lavoro creativo del cervello si rifanno alla suddivisione tra emisferi destro e sinistro.
—
—I due emisferi, normalmente, elaborano le informazioni in maniera indipendente e, tuttavia, funzionano in modo complementare.
—

—Sono specializzati, ma condividono ed integrano le informazioni, comunicando attraverso un grande fascio di fibre nervose: il “corpo calloso”.

.

Ma come nascono gli studi sulla specializzazione emisferica?

Queste intuizioni nascono, come spesso accade, per caso (laddove il caso va, però, ad agire su un terreno fertile, già pronto a gestire le conseguenze di quello che si sta vivendo e ad inquadrarle in una prospettiva più ampia, su un terreno già dissodato e fertile dove può germogliare).
mar 032012
 
by Lara Lucaccioni

Cari amici lemattiani,

continua il nostro viaggio nelle meraviglie del cervello, andando nuovamente ad approfondire come lavora e come elabora le informazioni attraverso la recensione di un libro che parla di uno strumento di lavoro utilissimo: le Mappe Mentali.

Il più grande esperto di mappe mentali al mondo è Tony Buzan, che, oltre ad essersi occupato di tutti i mezzi per apprendere in maniera più efficace (lettura veloce, tecniche di memorizzazione, metodo di studio: testo di approccio base “Usiamo la testa”) e di imparare ad usare al massimo le potenzialità del nostro cervello, ha anche ideato questo strumento efficacissimo.

Le mappe mentali consentono al cervello di osservare la sua stessa attività in un’immagine completa, permettendogli di imparare di più su se stesso e incoraggiandolo ad utilizzare l’intera gamma delle sue capacità corticali.

Il cervello funziona più efficacemente se si permette alle sue capacità intellettuali di lavorare armoniosamente. Buzan ha scoperto che combinando parola da una parte e colore ed immagine dall’altra (emisfero sinistro ed emisfero destro) la propria capacità di prendere appunti si potenzia e da lì è nato tutto un percorso di approfondimento che ha portato ai moltissimi e meravigliosi utilizzi delle mappe mentali.

Continue reading »

ago 272011
 
by Lara Lucaccioni

Cari amici lemattiani,

da oggi parte una rubrica sulle tecniche di creatività, funzionali per generare idee nuove e utili (ci piace moltissimo la definizione di creatività data da Poincarè e ripresa in uno dei più bei siti italiani ad essa dedicati: NeU di Annamaria Testa).

Premessa necessaria

lampideaLa creatività è una facoltà innata in tutti noi, ma spesso, a forza di pensare logicamente e di cercare la “sola” risposta giusta ad un problema, abbiamo fatto in modo che essa andasse affievolendosi (e i nostri modelli educativi hanno avuto la loro parte di responsabilità in questo).

Se vogliamo pensare creativamente o affrontare problemi in maniera diversa, se ci rendiamo conto che i “vecchi” metodi non sono più validi per certe situazioni che stanno cambiano vorticosamente e che percorrere i “vecchi” sentieri non ci procura più il risultato atteso, dobbiamo rimettere in moto colorsil nostro pensiero creativo, sfidare preconcetti e pregiudizi e, semplicemente, “decidere” di pensare creativamente, e generare nuove idee attraverso l’utilizzo di tecniche di creatività (ne esistono tantissime, tutte molto valide, alcune più di altre adatte ad una persona invece che ad un’altra).

Continue reading »

ago 232011
 
by Lara Lucaccioni

>Tony Buzan, Usiamo la testa, Frassinelli

Cari amici lemattiani,

quante volte ci siamo chiesti se sia possibile allenare la mente come facciamo col nostro corpo?


“Usiamo la testa” di Tony Buzan è un libro che “insegna a pensare e ad imparare”. E’ un primo approccio molto utile per avvicinarsi ad argomenti quali: il funzionamento del nostro cervello e della nostra percezione, le tecniche di memoria, la lettura veloce, le tecniche di apprendimento, la gestione del tempo (se siete curiosi, scoprite il nostro Metodo ApprendiMente).
Se un primo utilizzo di questo libro è a favore di chi vuole migliorare e potenziare il proprio modo di studiare, le informazioni che tratta sono utili in moltissimi altri campi.
Il libro è corredato di esercizi e, come ogni volta che parliamo di coaching e di miglioramento personale, l’impegno e la volontà che ci mettete voi sono ingredienti assolutamente indispensabili.

giu 302011
 
 30 giugno 2011  Posted by at 16:52 Felicità Tagged with: , , , , ,  No Responses »

Cari amici lemattiani, eccoci, come da promessa.

Oggi proseguiamo il breve discorso sulla Felicità iniziato ieri, parlando di Realizzazione di Sé.
Argomento ostico, come ieri, ma, ripeto, non ho la presunzione di voler proporre ‘la’ definizione, bensì ho il piacere di condividere con voi qualche riflessione circa questo tema.
Parlare di Realizzazione di Sé, è un po’ parlare di tutto e di niente. “Cos’è il Sé?”, questa sola domanda potrebbe mandarci lontani, facendoci perdere in pensieri senza concretezza.
Ed invece noi vogliamo parlare proprio di quotidianità, di ‘qui e ora’ e, quindi, parleremo della differenza tra la parola lavoro e la parola professione, almeno secondo il nostro punto di vista.