mar 032012
 
by Lara Lucaccioni

Cari amici lemattiani,

continua il nostro viaggio nelle meraviglie del cervello, andando nuovamente ad approfondire come lavora e come elabora le informazioni attraverso la recensione di un libro che parla di uno strumento di lavoro utilissimo: le Mappe Mentali.

Il più grande esperto di mappe mentali al mondo è Tony Buzan, che, oltre ad essersi occupato di tutti i mezzi per apprendere in maniera più efficace (lettura veloce, tecniche di memorizzazione, metodo di studio: testo di approccio base “Usiamo la testa”) e di imparare ad usare al massimo le potenzialità del nostro cervello, ha anche ideato questo strumento efficacissimo.

Le mappe mentali consentono al cervello di osservare la sua stessa attività in un’immagine completa, permettendogli di imparare di più su se stesso e incoraggiandolo ad utilizzare l’intera gamma delle sue capacità corticali.

Il cervello funziona più efficacemente se si permette alle sue capacità intellettuali di lavorare armoniosamente. Buzan ha scoperto che combinando parola da una parte e colore ed immagine dall’altra (emisfero sinistro ed emisfero destro) la propria capacità di prendere appunti si potenzia e da lì è nato tutto un percorso di approfondimento che ha portato ai moltissimi e meravigliosi utilizzi delle mappe mentali.

Gli obiettivi del libro sono molteplici:

  • parlare di un nuovo concetto di sviluppo del pensiero: il Pensiero Radiale (radiant thinking);
  • far conoscere le mappe mentali, lo strumento che permette di usare il Pensiero Radiale;
  • darti un mezzo che faciliti la tua capacità (teoricamente infinita) di pensare creativamente;
  • farti  fare esperienza pratica del Pensiero Radiale e, di conseguenza, accrescere le tue capacità intellettuali;
  • farti protagonista di un viaggio di eccitante scoperta del tuo cervello.

La mappa mentale è utile per prendere delle scelte (decision making), organizzare le tue idee (produrre appunti), organizzare idee di altri (prendere appunti), pensiero creativo e brainstorming avanzato, miglioramento di memoria ed immaginazione, creazione di una mente di gruppo.

Il libro presenta anche molti esercizi: munirsi di album di fogli A3, dodici pennarelli, quattro o più evidenziatori, una penna e partire alla scoperta delle mappe mentali!

Ma che cos’è, alla fine, una mappa mentale?
E’ una potente tecnica grafica che fornisce una chiave per mettere in campo tutto il potenziale del tuo cervello.

Può essere applicata ad ogni aspetto della vita in cui un più efficace apprendimento e il pensare in modo più chiaro aumentino la prestazione.

Alcune caratteristiche:

  • il foglio va posto orizzontalmente;
  • l’oggetto dell’attenzione è posto sotto forma di immagine al centro del foglio;
  • i temi principali del soggetto si irradiano dall’immagine centrale come rami;
  • i rami contengono un’immagine o una parola chiave scritta su una linea associata. Gli argomenti di minore importanza sono rappresentati come rami attaccati a quelli di livello più alto;
  • i rami formano una struttura nodale connessa e integrata.

Le mappe mentali possono essere migliorate e arricchite con colori, figure, codici, dimensione per aggiungere interesse, aiutando creatività, memoria e richiamo delle info.

Si parla anche di memoria, perché ogni cosa che entra nel nostro cervello ci entra attraverso associazioni inusuali (conosci EMAICE? Scoprilo qui) di numero incalcolabile!
Un corollario interessante di questo principio è che se ognuno di noi produce una mappa mentale sulla stessa parola, quello che emerge in comune sarà incredibilmente una percentuale molto bassa di parole.

La parola e l’immagine (emisfero sinistro ed emisfero destro) sono mondi gemelli ed usandoli insieme puoi liberare una strordinaria energia mentale.

Ma mentre siamo abituati ad avere a che fare col potere e la forza delle parole, spesso ci dimentichiamo di quanto sia grande, a sua volta, il potere delle immagini: le immagini spesso “valgono più di mille parole” e fanno uso di un’imponete gamma di capacità corticali: colore, forma, linea, dimensione, ritmo e immaginazione.

Le immagini sono più evocative delle parole, più potenti nello stimolare una vasta gamma di associazioni, aumentando pensiero creativo e memoria.

Il Mind Mapping risveglia dunque la nostra eccezionale capacità di elaborazione e visualizzazione. Ed, avendo questa sviluppata, il cervello riesce a sviluppare a sua volta la sua capacità di pensiero, la percezione, la memoria, la creatività e la fiducia in se stessi.

Mappe Mentali e LeMat

Cari amici lemattiani,
per noi le Mappe Mentali sono strumento utilissimo ed è per questo che le utilizziamo nella quasi totalità dei nostri corsi e percorsi.

E’ anche per questo motivo che abbiamo creato l’MTS (modular training system), del quale il primo modulo è proprio quello dedicato interamente alle Mappe Mentali.
Il Modulo A – StrategicaMente è un workshop intensivo di 4 ore, che si svolge generalmente nel pomeriggio della domenica (ecco le date di quest’anno: 11 marzo, 22 aprile, 01 luglio, 07 ottobre, 02 dicembre).

Nel modulo A, imparerai tutti gli usi delle Mappe Mentali e creerai anche le Mappe dell’Io, fondamentali nei percorsi:

FilosoVia – la Via dell’Eroe
Le Stanze dell’Immaginazione – i tuoi Luoghi di Potere

 

by LeMap …
^_^

SCARICA TUTTE LE NOSTRE

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>