lug 262011
 
 26 luglio 2011  Posted by at 15:56 Creatività Tagged with: , , ,  Add comments
by Lara Lucaccioni

Cari amici lemattiani,

oggi vogliamo parlarvi di TED, acronimo americano che sta per Technology Entertainment Design: le idee più innovative, le invenzioni e le scoperte più geniali dei nostri tempi e 20 minuti circa per divulgarle in maniera chiara ed accattivante.


Il meglio dei pensatori e delle menti più visionarie di tutto il mondo si cimenta a raccontare la propria esperienza, la storia di un’idea – la PROPRIA IDEA, il proprio campo di azione – e, nello stesso tempo, presenta il proprio invito a migliorare il mondo, spesso all’insegna di valori quali condivisione, pace, amore, ecologia.

All’inizio il TED nasce come una “semplice” conferenza annuale – la prima risale al 1984 e dal 1990 è a scadenza regolare – che si tiene in California (e da qualche anno anche ad Oxford) e alla quale si accede solo per invito, ma ora, nell’epoca della comunicazione globale e grazie al web, diventa qualcosa di più: moltissimi “talks” del TED, infatti, sono da qualche anno anche disponibili su un sito tra i più visitati nel mondo.
Ed il fenomeno è diventato di grandissima portata: i TEDTalks sono tradotti in oltre 42 lingue da volontari di tutto il mondo e rappresentano una sorta di database di idee innovative e stimolanti ed esempi di grandi pensatori e comunicatori all’opera. Ma c’è di più: tutto è sempre consultabile, scaricabile liberamente e pure ripubblicabile, nello spirito della licenza del Creative Commons.

Il motto del TED è “ideas worth spreading”, idee degne di essere diffuse, e gli argomenti trattati sono tra i più vari, dalla scienza alla cultura, dalle nuove tecnologie all’architettura, dalla fisica alla politica, dall’educazione a temi di carattere globale.

E i TED talkers sono esponenti dell’eccellenza in ogni campo: scienziati (tra cui premi Nobel, come James Watson), geni della tecnologia (tra cui i co-fondatori di Google), grandi comunicatori, artisti, pensatori, scrittori.

Se la parola “innovazione” è una di quelle chiave di questi tempi, il TED vi si allinea perfettamente, perché tra i più diffusi ci sono argomenti come la creatività, il cervello, il modo in cui si formano le idee, le intuizioni che avvengono in un solo istante, ma che sono frutto di mesi, se non anni, di incubazione.
I TEDTalks, insomma, parlano di noi e di come, probabilmente, sarà il nostro futuro, perché sul palco del TED passano davvero le più grandi menti dei nostri anni, quelle che hanno fatto o faranno la differenza anche sul nostro vivere quotidiano.
Potete trovare i TEDTalks tradotti in italiano qui.
E qui l’elenco dei 20 TEDTalks più visti di sempre, tra i quale potete scovarne alcuni tra quelli a noi molto cari:
  • la conferenza di Sir Ken Robinson su scuola e creatività;
  • il talk di Jill Bolte Taylor, neuroscienziata che, attraverso la sua esperienza personale – è stata colpita da un ictus –, ci racconta in maniera chiarissima cosa sono i nostri emisferi cerebrali e come funzionano;
  • quello di Tony Robbins sulle motivazioni interne del perché facciamo ciò che facciamo;
  • il talk della scrittrice Elizabeth Gilbert sulla sua idea di genio, in linea con quella degli antichi greci e romani, e su come nutrire la propria creatività. Ad un certo punto, vedendolo, mi sono anche commossa…
Le idee cambiano il mondo ed in tutti i TEDTalks sono le vere protagoniste, come testimoniato anche dal manifesto del TED.
Grazie al web, ora, sono anche condivisibili.

An idea can be created out of nothing except an inspired imagination.

An idea weighs nothing.
It can be transferred across the world at the speed of light for virtually zero cost.
And yet an idea, when received by a prepared mind, can have extraordinary impact.
It can reshape that mind’s view of the world.
It can dramatically alter the behavior of the mind’s owner
It can cause the mind to pass on the idea to others.


Lara Lucaccioni

P.S. Che ne dite di segnalarci il vostro TEDTalk preferito? Le idee vanno diffuse sempre più! ^_^

  2 Responses to “TED: le idee cambiano il mondo”

  1. >La traduzione del Manifesto del TED. ^_^

    Un’idea non può essere creata se non da un’immaginazione ispirata.
    Un’idea non pesa nulla.
    Essa può essere trasferita da un capo all’altro del mondo alla velocità della luce e a zero costi.
    E tuttavia un’idea, quando è recepita da una mente pronta, può avere un impatto straordinario.
    E’ capace di dare nuova forma al punto di vista sul mondo di quella mente.
    Essa può drammaticamente alterare il comportamento di quella mente.
    Può spingere quella mente a trasmettere l’idea ad altri.

  2. >Splendido TedTalk di Brenè Brown, sulla vulnerabilità e il suo potere, sull'accettazione e sull'evitare di starsi sempre a giudicare.
    Amare, essere grati, focalizzarsi su ciò che funziona e meravigliarsi: questa la ricetta. Essere in connessione, con il cuore.

    Commovente e da non perdere.

    http://www.ted.com/talks/lang/eng/brene_brown_on_vulnerability.html

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>